Teatro


l'erba voglio

l’erba voglio

 

L’erba Voglio


Fiaba musicale per bambini

Testi – Adriano Casissa

Musiche – Vincenzo Ferraro

Regia – Donatella Campodonico

 

 


LA STORIA

1986
Adriano Casissa scrive la canzone  “L’erba Voglio” con accompagnamento di chitarra.

1999
L’erba voglio come fiaba per bambini  viene scritta a matita su carta quadrettata da Adriano Casissa durante una singolare pausa riflessiva nella quale costruisce intorno al testo originale un racconto in rima.
I personaggi sono: Bebè, Memè il menestrello, la Fata, il Re.

Febbraio 2002
La fiaba originale viene letta e riorganizzata da Donatella Campodonico
Vengono aggiunte 2 scene ed inserite le canzoni scritte da Casissa durante gli anni.
A seguito di un divertente pomeriggio in compagnia dell’amico Bert, Memè il menestrello diventa Mamà e la Fata diventa il Fato.

Estate 2002
Trascrizione al computer ed ottimizzazione dei testi da parte di Lucia Dannucci.

Ottobre 2003
Elaborazione della prima versione insieme a :
Robyj – Marco Devenuto – Elena Rizzo – Maurizia Burlando – Riccardo Croci.

Inverno 2003
Gli autori prendono contatti con la compagnia teatrale “Il Cargo” la quale per ragioni organizzative declina l’incarico.

Natale 2003
Dopo ulteriori modifiche ed ottimizzazioni, il copione viene presentato al direttore dei teatri di Genova Dottor Carlo Repetti il quale dopo un attenta lettura dichiara la sua totale disponibilità a sostenere il progetto esortando gli autori a proseguire nell’opera.

Gennaio 2004
Su indicazione del Dottor Repetti il testo viene consegnato alla compagnia “Teatro del Piccione” senza mai avere una risposta in merito.

Febbraio 2004
Attraverso una chat di artisti gli autori entrano in contatto con il maestro Vincenzo Ferraro di Roma ed inviano in email il copione completo di canzoni incise su una rudimentale base di chitarra acustica.

Marzo 2004
Il maestro Vincenzo Ferraro incide una traccia con tutte le basi musicali dell’opera.

Luglio 2004
L’erba Voglio viene depositata alla Siae di Roma dove finalmente, dopo mesi di frequentazione virtuale, autori e compositore si incontrano fisicamente.

Agosto 2004
Il maestro Vincenzo Ferraro si reca a Genova dove insieme agli autori ed alcuni artisti locali compone le parti restanti della colonna sonora di quello che oramai si stà trasformando in un musical.
Nasce “Caro bimbo” il primo brano realizzato dal vivo dall’inizio della lunga collaborazione.

Giugno 2005
Viene registrata in studio una demo con la voce di Stefania Pasqualini che canta ed interpreta la parte di Mamà insieme agli autori stessi.